Capitolo XI – Questione di Mosse

Tina asciuga le lacrime, che le scorrono lungo le guance dal colore spento, e gli occhi, che ne sono sorgente da tutta la vita. Mi guarda con un sorriso forzato ed esclama: «C’est la vie!». La leggerezza di questa frase è tuttavia smentita dal tremore della voce con cui è enunciata. Paga il suo bicchiere di vino con le monete rimaste e si alza. Sento che in qualche modo mi sta salutando e che vuole tornare in esclusiva compagnia di sé stessa. Non la seguo.

Mi alzo e vado quindi nella direzione opposta, a piazza del Fico, al confine tra il rione Parione e il rione Ponte. L’enorme edificio è stato finalmente restaurato ma, invece di essere abitato da gente del quartiere, è diventato un albergo immane, che credo si voglia lussuoso. Per innumerevoli anni, circa un ventennio, ad eccezione del Bar del Fico posto al piano terra, l’intero edificio è stato sottoposto a sequestro e quindi praticamente abbandonato.

…Rimosso Martedì 17.05.2016 Per ulteriori informazioni contattare l’autrice. Buona Lettura!

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s