Ispirazione

È un giorno grigio.
Il sole lotta per farsi strada,
tra una nuvola e l’altra.

È tutta la mattina che
mi accorgo del canto,
più marcato del solito,
di uccellini nascosti.
Su alberi, aldilà
della mia finestra.

Sono una dolce compagnia
alla mia estatica ebbrezza.
Mi cullano.

Con una vaga memoria
di una voglia di amare che,
attenuata, quasi imbavagliata,
svanisce in un’amara
riflessione.

Lo sapevi che non dovevi
crearti aspettative.
Non lo devi fare mai.
Ed ora che sono disilluse,
ti chiedi ancora come mai?

Con una rara determinazione,
a studiare ancora,
barcollante per capriccio
e testarda per principio,
mi distraggo.

Lo sapevi che non dovevi
concederti al vizio.
Lo sai sempre.
Ed ora non scrivi una parola
e ti chiedi dov’è la tua ispirazione?

Roma, 27 ottobre 2011 [pubblicato sotto lo pseudonimo Gale Beaufort]

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s